RAZIONALE DELLA SESSIONE

La sessione tratterà una tematica di grande importanza: il volto. Nostro biglietto da visita e oggetto di richieste dai pazienti per migliorarne l’aspetto in maniera naturale ed armoniosa.

Si tratta, infatti, di procedure non chirurgiche mini invasive, quali l’impianto di filler, ovvero di materiali di riempimento tra cui l’acido ialuronico.

L’aumento esponenziale di queste richieste e quindi di queste procedure ha portato ad un aumento del numero di complicanze, la cui incidenza però è bassissima rispetto alle migliaia di impianti che vengono effettuati ogni giorno nel mondo. Tuttavia anche quell’unica complicanza deve essere evitata perché comporterebbe un disagio fisico e psichico nella persona che si è rivolta all’esperto per vedersi e sentirsi al meglio. 

I filler quindi rappresentano un’arma indispensabile per qualsiasi inestetismo del volto: iniettare un filler non è scevro di rischi, perciò risulta fondamentale che l'esecuzione della procedura venga effettuata da un medico esperto e preparato, confermandone la sicurezza del trattamento e riducendo al minimo il rischio di complicanze.

Le complicanze vascolari infatti, sono le più gravi ma fortunatamente anche le più rare e consistono nella compromissione accidentale, in seguito all'iniezione di un filler, della circolazione in un determinato territorio con conseguente ischemia tessutale.  Si tratta di un evento immediato che può non avere nessuna sequela grazie al ricco corredo anastomotico presente nel volto ma che può provocare, se non riconosciuto subito, necrosi cutanee, con esiti cicatriziali o danni più gravi. Quindi la prevenzione si conferma essere l’arma più importante ed efficace che abbiamo a disposizione. 

In questa sessione sono stati coinvolti relatori italiani e stranieri a dimostrazione dell’importanza che suscita questa tematica nel mondo. Chirurghi plastici e medici estetici che conoscono bene l’anatomia del volto, esperti nella gestione delle complicanze da filler che presenteranno un’area del viso condividendo accorgimenti  personali al fine di poter ottenere i migliori risultati e ridurre al minimo il rischio vascolare.

NOVITÀ

Le principali novità riguardano l'evoluzione della medicina estetica che è diventata una medicina preventiva, curativa e  sempre più consapevole. 

Il medico deve essere formato, informato ma soprattutto obiettivo convogliando l’attenzione del paziente sull’armonia del volto evitando richieste troppo eccessive.

La conoscenza sempre più approfondita dell’anatomia strutturale e vascolare del viso ha consentito infatti un’ evoluzione e perfezionamento delle tecniche iniettive: alcuni elementi, che un tempo erano correggibili solo con la chirurgia, come il naso, le palpebre, gli zigomi e il mento, ora si possono migliorare in maniera temporanea con il filler.

 RICHIESTE DEI PAZIENTI

 

Rispetto al passato, le richieste dei pazienti non si concentrano solo sui "trattamenti classici" come le labbra o le rughe di espressione ma anche verso aree del volto in cui si teme l’intervento chirurgico. Il target è variegato: sono pazienti di tutte le età, anche molto giovani, che temendo interventi più invasivi come la rinoplastica preferiscono un rinofiller. Il ruolo cardine qui è quindi quello del medico: l'ascolto delle richieste del paziente è importante ma lo è ancora di più l'attenta valutazione sulle aree da trattare e il corretto prodotto da iniettare. Oggi, purtroppo, si tende a seguire la moda dei social e spesso ci si trova davanti a richieste inopportune ed esagerate. Risulta quindi imprescindibile formare e informare il paziente sui possibili rischi da iniezione da filler e sui limiti e i vantaggi di queste metodiche.

 

PROGRAMMA DELLA SESSIONE 

PRESIDENTE COORDINATORE 
Raffaella Sommariva

MODERATORI
 Paola Molinari, Nadia Tamburlin

Gloria Trocchi
Glabella
Giovanni Salti
Rinofiller
Francesco Romeo
MesoRinoFiller: semplificazione e sicurezza nel rimodellamento nasale
Andrea Alessandrini
Solco nasolabiale e triangolo alare
Patrick Trevidic
Regione orbito-malare
Luciano Lanfranchi
Tempia
Gabriella Gentili
Labbra
Paola Molinari
Mento e mandibola
 

LETTERATURA SCIENTIFICA 

Di seguito è riportata la bibliografia di riferimento, selezionata da Agorà, per la tematica della Sessione Coordinata.

Verranno resi disponibili ulteriori approfondimenti per i partecipanti alla Sessione.  


 

KEYWORD

Mento, Mandibola, Labbra, Tempia, Regione orbito - malare, Solco nasolabiale, Triangolo Alare, MesoRinoFiller, Rinofiller, Glabella, Complicanze Vascolari